Shaolin Chuan significa letteralmente “pugilato della giovane foresta”, questo perché il monastero Shaolin si trovava in una foresta i cui alberi avevano meno di 500 anni. Una delle ipotesi sulla nascita dello stile Shaolin è che trovi le sue radici grazie alla presenza del monaco indiano Bodhidarma (conosciuto in Cina con il nome di Da Mo), che divenne il fondatore del buddismo Chan in Cina.

Si narra che nel 500 D.C. Bodhidharma giunse al monastero Shaolin per insegnare la dottrina buddista; trovando i monaci molto indeboliti iniziò a insegnagli alcune tecniche per migliorare la loro salute fisica.

Poiché il buddismo e le arti marziali hanno una relazione molto stretta, molti praticanti di arti marziali, diventati buddisti, introdussero le loro tecniche come parte integrante del loro addestramento.

Così, le arti marziali, da una semplice disciplina di difesa personale, si trasformarono in un sistema molto elevato per lo sviluppo della persona.

Mercoledì e Venerdì dalle 19.45 alle 21

Maestro Gaetano Lauria